IT9-4639 SWL Station

Notizie dal mondo della radio, ascolti, riflessioni, impressioni e ricordi
Subscribe

Archive for the ‘onde medie’

que reste-t-il?

febbraio 21, 2008 By: salvomic Category: onde medie, radioascolto

SvizzeraQue reste-t-il de nos amours? diceva la celeberrima chanson d’Oltralpe: che rimarrà delle nostre passioni per le onde medie e corte?

Prendo spunto da una notizia ampiamente trattata su Radiopassioni riguardo alla (molto probabile) chiusura di RTSI Radio Svizzera Italiana (la famosissima Monteceneri) per manifestare ancora una volta lo sconforto che in fondo – anche quando lo celiamo per bene – prende noi radioappassionati leggendo via via i “bollettini di guerra” delle radio che chiudono, delle nazioni che abbandonano l’etere radiofonico.

Ora anche la mitica 558 kHz potrebbe scomparire di colpo. Qui al Sud, dove spesso è apparsa come un “dx”, sommersa com’è stata da Radio Cairo e tante altre isofrequenza (un po’ come la flebile e simpatica Radju Malta 999 è al Nord) era una presenza amica, che ci dispiace dover lasciare.

Su Radiopassioni il caro amico Andrea Lawendel si chiede se si può fare qualcosa, e anche noi ce lo chiediamo, ma forse non siamo più in tempo e non possiamo dar torto agli svizzeri che – come tanti – si pongono anche problemi di economicità sempre più pressanti che uniti alle statistiche sugli ascolti, sempre più sfavorevoli, conducono dritti dritti a certe decisioni. Che dire? Grazie Monteceneri, che ci hai tenuto compagnia per tanti anni!

Ma il discorso si può allargare, come sappiamo, alla più generale progressiva chiusura delle onde medie, che DRM o meno, non riescono più a tenere il passo. Ci consoliamo con quelle che ancora riusciamo a captare, ascoltare, decifrare, registrare, ma sappiamo bene che il nostro caro hobby è davvero, purtroppo, in estinzione. Non possiamo negarlo.

CQ CQ CQ chiamata generale per Onda Media de OM OM OM SWL SWL SWL... Ma non risponde più nessuno.

WBT 1110 AM

marzo 22, 2007 By: salvomic Category: MW, QSL, onde medie, radioascolto


Il gentilissimo Bill White, patron e direttore dei programmi di WBT, mi conferma con una gradita QSL l’ascolto avvenuto il 9 Marzo, all’incirca alle 02:16 UTC (già segnalato qui e su Radioascolto.org), dell’emittente di Charlotte (North Carolina), che trasmette su 1110 kHz.
La lettera e la QSL, preannunciate da una cortese email, sono arrivate dopo appena tre giorni dalla spedizione, segno che a volte i servizi postali (italiano e americano) funzionano davvero bene.
Tra pochi giorni, il 10 Aprile, tra l’altro ricorrerà l’ottantacinquesimo genetliaco dell’emittente nordamericana, che si occupa soprattutto di News e Talkshow su vari temi di attualità.
Da queste parti questo è un’ascolto davvero raro, un vero DX in onde medie, e anche per questo la QSL mi fa davvero molto piacere.
Bill ci tiene a dirmi che ama l’Italia, anche perché sua moglie è di origini italiane, della zona del prestigioso Chianti.
Grazie Bill e grazie a WBT, i suoi speakers, tecnici e ascoltatori.

In Medie stat virtus

gennaio 10, 2007 By: salvomic Category: MW, dx, onde medie


Lo diciamo e lo ripetiamo spesso, quanto è strano questo periodo di “minimo del ciclo solare” in termini di propagazione, ma la conferma ce la dà sempre l’ascolto diretto, le ore spese a “tirare a far tardi“, girando un po’ le manopole delle radio in cerca di segnalini lontani, gli agognati dx, o anche ascolti curiosi o simpatici.
Da tempo, ad esempio, cercavo di riascoltare le amate onde medie latino e nordamericane, ed erano mesi che, oramai, riuscivo solo ad ascoltare soltanto emittenti europee, africane e asiatiche, tranne la sempre attivissima Radio Globo 1220 da Rio de Janeiro. Non che quegli ascolti non mi piacciano, anzi; ma in queste sere finalmente qualcosa che ricorda i bei tempi andati è arrivato, anche se non ai livelli sperati, ma sempre meglio di niente.
Ho ascoltato in “simulcast” con Renato Bruni (a Parma) e Giampaolo Galassi in Romagna. Abbiamo ancora una volta notato quanta differenza ci sia, a volte, a 1000 e passa chilometri di distanza, in termini di ricezione di onde medie. Più studiamo e sperimentiamo a proposito di propagazione, più ci meravigliamo di quanto la realtà spesso si allontani dalla pura teoria. Ma tant’è…

Ecco dunque cosa si presentava nelle notti tra l’8 e il 10 gennaio nella banda delle onde medie. Riporto anche alcuni clip audio, avvertendo che non sono venuti benissimo (ho sbagliato compressione, ma in realtà l’ascolto era più agevole, credetemi, e poi accade spesso che magari uno senta il momento migliore quando …non sta registrando), e – al solito – avvertendo di ascoltarli con le cuffie per apprezzare i segnalini, bassissimi a volte, sotto il rumore e gli splatters dei canali adiacenti. Riporto anche i canali con sola portante (chiaramente udibile, e – nel mio caso – anche visibile sull’analizzatore di spettro di WiNRADiO G313e), per dare qualche indicazione su canali da monitorare o inseguire. Pe alcune identificazioni o ipotesi devo ringraziare soprattutto l’amico Rocco Cotroneo, sempre disponibile a riascoltare clip, indicare ipotesi, liste e altro, da Rio de Janeiro.

8 Gennaio:
1370 2257 Super Iguatemi (ex Atual AM), São Paulo, Brasile, chiara, in portoghese (PP).
1210 2341 interessante e forte portante, no audio. Uno dei tanti canali poco segnalati e da tener presente.
1150 2342 anche questo è un canale poco segnalato in Italia, il segnale sembrava provenire da sud.
1330 2344 in PP, Super Tupi, São Paulo, Brasile, anche questa era (è) “Iguatemi
1240 2348 altra portante notevole in un canale poco segnalato
1200 2349 portante che cresce, si ripresenta dopo, più forte.
1130 2351 portante, poi qualche parola in EE, dovrebbe essere proprio WBBR, New York.
950 2357 interessante e forte, qualche parola – non molto comprensibile, a dire il vero – che sembra spagnolo, e probabilmente è appunto Radio Belgrano, Buenos Aires, Argentina.
1200 2358 finalmente un dialogo in EE, credo sia WOAI, San Antonio, Texas.

9 Gennaio:
1190 0012 portante da tenere d’occhio
950 0013 sempre presente e da identificare
1070 0015 mica facile con 1071 con splatters micidiali, ma c’è, chiara e forte; nel canale operano tante radio, tra cui quella che arriva più di frequente è El Mundo, Capital Federal, dall’Argentina.
1160 0017 un’altra davvero notevole portante
1190 0018 talk in EE e gospel, WLIB, New York, recentemente segnalata in Europa.
1060 0113 musica e predica in PP, molto probabilmente è Radio Tapuyo, Mossoró, Brasile, che Giuseppe Zella aveva segnalato tanti anni fa; un’altra che è stata segnalata in Italia sullo stesso canale è Radio Grande Belo Horizonte, Pedro Leopoldo, Brasile; in ogni caso è emozionante riceverle su questo difficile canale, massacrato dagli spatters di 1062 (RAI, Cekia…); la registrazione non è perfetta e alcuni momenti migliori non sono venuti in registrazione, capita…
1110 0132 musica, poi speaker in inglese (EE), non ancora identificata, si accettano ipotesi.
1240 0135 sempre interessante, ma incognita.
1470 0136 qualche frase in EE, probabilmente WLAM; sul canale operano molte e note radio, sia SA, sia NA, non è mai facile identificare.
1050 0141 speaker in PP, Brasile sicuramente, ma quale stazione? Anche qui si accettano ipotesi.
790 0153 speaker femminile in EE, non identificata. In genere qui arriva Radio Mitre, Capital Federal, Argentina.
1010 0201 WINS, la classica emittente da New York, una delle prime che ho ascoltato tanti anni fa, quando ho cominciato a dedicarmi a questo hobby.
740 0247 talk in PP, è Sociedade de Bahia, Salvador, Brasile
1480 0359 qualche parola in EE: probabilmente WSAR, Fall River.
820 0404 c’era già dalle 2350, ma emerge; è il canale in cui opera Radio Paradise 820, St Kitts & Nevis…
830 0405 molto interessante, e da non trascurare. La caraibica Radio Paradise operava qui, alcuni anni fa, ma ora tante altre radio vi operano (ad es. WCRN, Worcester, MA, tra le altre e una decina di radio carioca), e sarebbe interessante ne emergesse qualcuna.
1280 0406 musica, ma solo quella, purtroppo; il bello del dxing: non sempre si riesce ad identificare quello che si ascolta, o la propagazione va via presto, molto presto.
1650 0436 talk in EE, dovrebbe essere WHKT The big H, Jollif Road, Virginia. Peccato che non arrivi altro negli interessanti “fuoribanda” nordamericani…
1050 0446 alcune parole in EE, troppo fugace; la canadese CHUM da Toronto o l’americana WEPN da New York? O forse altra…

Purtroppo la sera seguente la propagazione qui a Ragusa è calata di molto, mentre in Romagna è cresciuta (buon per Renato e Giampaolo).
10 Gennaio:
1370 0018 ancora Super Iguatemi, forste come ai tempi in cui si chiamava “Atual AM”.
1470 0018 portante e basta, mentre a Parma arrivavano alcune radio distintamente, tra cui Rural AM de Parelhas, Seridó, Brasile.
790 0020 qualche parola in spagnolo (SS), probabilmente Radio Mitre, Argentina.
820 0021 qualche frase in inglese, ipotesi simili a quelle della sera precedente; Caraibi anche secondo Renato.
1200 0029 in PP, Radio Cultura, São Paulo, Brasile.
1280 0035 portante forte in quello che era il canale della storica Super Radio Tupi, che ci faceva compagnia quasi tutte le sere tanti anni fa, e che ora, per oscure ragioni propagative non arriva più da noi.
1060 0212 ancora aperta la caccia all’identificazione definitiva di Tapuyo e Radio Grande.
1660 0231 talk SS e annunci in inglese, WGIT Canóvanas El Gigante, San Juan
1690 0234 talk in EE, dovrebbe essere WPTX Newstalk, Lexington Park, Maryland.

Renato Bruni segnala, tra le altre, anche 1520 WVOZ Gran Cadena, Puertorico, 1680 Radio Senda dalla Repubblica Dominicana, mentre Giampaolo Galassi segnala 1040 (1039.62, per l’esattezza) la rara La Voz de Carabobo, Valencia, Venezuela. La propagazione ha decisamente favorito la Romagna, come qualche sera prima ha favorito la location di L’Ago, in Liguria, in cui Andrea Lawendel ha potuto registrare 1630 KRND da Cheyenne, Wyoming (in spagnolo), in una giornata in cui lui, io e Giampaolo (che poi l’ha pure registrata), davamo la caccia, tra l’altro, a 7120 RRI Wantok, dalla Papua New Guinea. La stessa sera che Andrea e Aldo Moroni (a Solbiate Olona) hanno ricevuto anche i radiofari NDB 376 ZIN dalle Bahamas e 396 ZDX da Antigua, più di 7000 km di distanza, un record.

Comunque sia andata, ci si può accontentare, grazie a Dio (e a Guglielmo Marconi)!