IT9-4639 SWL Station

Notizie dal mondo della radio, ascolti, riflessioni, impressioni e ricordi
Subscribe

Archive for the ‘ascolto’

Radio Ulna

novembre 23, 2008 By: salvomic Category: articoli, ascolto, radio, radioascolto

Radio Ulna è il simpatico titolo del diverte post che Fabio Gurini ha dedicato al mondo del Radioascolto.

Lo si può leggere su <Podcastoro>, il suo blog.

Fabio si è divertito a citare tanti aspetti della radio e del radioascolto, nonché alcune nostre iniziative, come Radiopassioni di Andrea Lawendel, il nostro DX Handbook e tanto altro.

Lo consiglio come lettura rilassante in omaggio alla radio, per uscire da quella finta seriosità che tanto fa litigare i fans dell’hobby più bello e più “d’antan” che sia mai stato pensato. A volte, ridersi addosso è bello, anche quando si prendono le cose molto sul serio.

L’articolo parte da un’idea che accomuna Fabio e me, e che entrambi abbiamo mutuato da Gaber e Luporini: “E pensare che c’era il pensiero…”. Un’idea che ci induce a pensare …come fare a riportare l’attenzione sul Pensiero, anche facendo radioascolto.

Kenya BC

dicembre 03, 2006 By: salvomic Category: BC, Broadcasting, ascolto

L’onda media di 846 kHz, storicamente occupata dalla RAI (secondo canale) ed ora libera, a volte riserva gradite sorprese sin dal pomeriggio.
A parte la più frequente Russia, vi abbiamo ascoltato a volte l’Iran e l’allegra stazione del servizio in Swahili (KBC idhaa ya taifa) di KBC (Kenya Broadcasting) che trasmette da Nyamninia.
Ecco il <clip> registrato a partire dalle 1740 UTC di oggi. Si ascoltava a momenti agevolvemente, sinché non è aumentato il segnale dei russi.
KBC trasmette in inglese, swahili, kikuyu, luhya, luo, kalenjin, somali e dialetti vernacolari locali. La sede è a Nairobi, ma i trasmettittori principali sono a Malindi, Nyamninia, Voi, Maralal, Kitale, Marsabit, Wajir, Ngong, Limuru, Nyeri e pochi altri.

Still alive?

dicembre 02, 2006 By: salvomic Category: ascolto, dx

Ci lamentiamo spesso delle emittenti che vanno scomparendo in onde corte e medie, ci lamentiamo della propagazione scarsa, delle antenne che non vanno, dei ricevitori, forse anche di noi stessi. L’insoddisfazione fa parte de dxer.
Ma cosa arriva nelle bande HF la sera, la notte? Chi è ancora viva tra le classiche radio dei log dei decenni passati?
Ogni tanto un check non fa male.
Dunque, le osservazioni di ieri, dal pomeriggio alla tarda serata:

  • 1833utc 3396 kHz ZBC Radio Three, Zimbabwe
  • 2250utc 1377 kHz Radio Free Africa, Tanzania (sotto France Info, dominante)
  • 2319utc 3300 kHz CHU Time Signal, Canada
  • 2321utc 3396 kHz ZBC Zimbabwe ancora presente
  • 2322utc 4319 kHz AFN, in usb
  • 2325utc 4795 kHz Kyrgyzstan
  • 2326utc 4885 kHz Clube do Para, Brasile
  • 2328utc 5025 kHz Radio Rebelde, Cuba
  • 2329utc 5070 kHz WWCR, Nashville
  • 2331utc 6973.03 kHz Galei Zahal, Israele
  • 2332utc 9565 kHz Tupi, Brasile
  • 2334utc 9629.98 kHz Radio Aparecida, Brasile
  • 2336utc 11925.07 kHz Radio Bandeirantes, Brasile
  • 2338utc 1566 kHz AIR Nagpur, India
  • 2340utc 1220 kHz Radio Globo, Brasile

Sono solo alcune, tra quelle che arrivavano meglio. E …meglio di niente!
Buoni ascolti e DX per tutti.

Ascolti …rurali

novembre 26, 2006 By: salvomic Category: ascolto, dx


L’onda media di 1386 kHz non è mai facile per il DX, anche per stazioni provenienti dall’Africa. Sul canale operano emittenti inglesi, egiziane, greche, lituane, iraniane, cinesi…, tanto per citare quelle che regolarmente abbiamo ricevuto, nonché qualche stazione pirata greca, che ultimamente si è fatta ascoltare (con la solita modulazione ondivaga e gracchiante) su 1385 circa e (ieri) su 1386.4. Insomma non certo le condizioni migliori per ascoltare la simpatica Radio Rurale da Labé, Guinea, che, pur avendo – pare – 50 kW di potenza, ha difficoltà a farsi ascoltare in Europa. Per fortuna (nostra) la portante è realmente situata su 1385.91, e quindi con qualche artificio, qualche situazione favorevole e Santa Propagazione si ascolta a volte anche bene. Come ieri sera. Walter Mola mi ha segnalato la sua presenza a Torino, ed ho provato anche a Ragusa, dove arrivava a tratti anche in AM, e insolitamente chiara. Ecco un <clip> registrato intorno alle 2240 UTC, durante un talk in cui un’annunciatrice e un annunciatore parlavano della situazione geopolitica in Africa, e in particolare in Guinea (da non confondere con Guinea Bissau).
Normalmente la radio trasmette (da Dayabé, nota il WRTH) in francese e nelle lingue locali: fulah, maninkée e soussou, al momento dell’ascolto era appunto una discussione in “vernacolo”.
L’avevamo anche segnalata in varie occasioni, negli anni passati, su Radioascolto.org, ad es. in questo intervento con Valter Comuzzi e Giuseppe Zella (2003), e anche Reanto Bruni e altri DXers italiani la riportano spesso. Non è infatti una novità, ma ci piace lo stesso dedicarle questa nota, con affetto.